Assegnazione ID provvisori e nuovi criteri per nominativi e ID su BM2222

Nell’ottica di mettere ordine nella rete e nel rispetto dello standard BrandMeister, stiamo cercando di far adottare a tutti i Sysop dei ripetitori esclusivamente ID a 6 cifre.

Al momento regna purtroppo la confusione, causata dal fatto che le autorizzazioni tardano anni ad essere rilasciate da parte del MISE, quindi spesso si è costretti ad operare in regime provvisorio, come consentito peraltro dal Ministero, con nominativi “fai da te”, non nello standard IRzXXX e ID a più di sei cifre.

Per i nominativi dei ripetitori si consiglia quindi di adottare l’indicativo del radioamatore responsabile, aggiungendo un trattino più un numero in coda (da 1 a 9).

In questo modo avremmo vari vantaggi:

  • Sarà chiaramente individuato il responsabile, come richiesto dalla legge.
  • Si capirà che si stà operando in regime provvisorio e non definitivo.
  • Si potranno differenziare i vari ripetitori gestiti mediante l’SSID finale.

Esempio:

IZzXXX-n  (QRZ+n)  => IK2UIZ-1

IZ = Suffisso
z = Zona
XXX = Identificativo di 3 lettere
= Trattino separatore tra nominativo e SSID
n = Numero in coda (1, 2, 3, … 9) chiamato anche SSID.

In APRS il ripetitore verrà indicato da BrandMeister come IK2UIZ-R1

I nominativi dei ripetitori, per essere correttamente indirizzati in APRS, devono avere una lunghezza massima di 6 caratteri, più eventale SSID, altrimenti non saranno visualizzati sulla mappa.

Hot Spot

Per gli Hot Spot, di qualunque tipo essi siano, si incoraggia invece l’utilizzo esclusivamente di ID a 9 cifre (7+2), composte dall’ ID del radioamatore + SSID di 2 cifre, in sequenza per i vari Hot Spot che ognuno gestisce.

L’utilizzo degli ID a 9 cifre per gli Hot Spot aumenta la probabilità di non incappare nella protezione Wild-PTT di BrandMeister, che blocca per un ora ogni ID che da più di 3 colpi di PTT in 5 secondi.

Se si usa lo stesso ID per la radio e per l’HotSpot, i colpi di PTT valgono doppio, quindi ne bastano due in 5 secondi per sforare e rimanere bloccati per un ora.

Per tutti i vostri Hot Spot usate sempre il nominativo senza SSID aggiunto, differenziateli solamente incrementando le due cifre appese all’ID.

In APRS l’Hot Spot verrà indicato come IZzXXX-Hn

Esempio: IK2UIZ-H1 nel caso che le due ultime cifre aggiunte siano 01

Utilizzando questo metodo, ogni HotSpot verrà automaticamnte correlato al nominativo del radioamatore, che potrà quindi configurare in autonomia i propri Hot Spot via Self Care dalla Dashboard di BrandMeister, eliminando anche la necessità di richiedere ID aggiuntivi come in passato, oggi totalmente inutili e scomodi.

Se vi trovate ad avere ripetitori con ID a più di 6 cifre, siete pregati quindi di contattare il Team, per richiedere un ID provvisorio, dichiarando che siete in attesa di autorizzazione dal MISE, ed elencando i ripetitori interessati, al seguente indirizzo e-mail:

bm2222@dmrbrescia.it

73 de Team BM2222